Schianto sulla A14 a Imola, muore camionista di Casalgrande di 37 anni. Lascia la moglie e una bimba di 8 anni

diploma4/4/2014 – Un autotrasportatore di Casalgrande, Massimo Diploma, di 37 anni,  è morto sulla A 14 Bologna-Taranto tra Imola e Castel San Pietro Terme. Era alla guida di un autocarro uscito di strada dopo avere tamponato un mezzo di Autostrade per l’Italia, che segnalava un cantiere in corsia di sorpasso. Nell’incidente il mezzo pesante  è finito nella scarpata.

L’incidente è avvenuto intorno alle 10 di ieri mattina, nei pressi di Imola al km 40 sulla corsia Nord, direzione Bologna. Sul luogo dell’incidente sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione terzo tronco di Bologna.

L’incidente ha coinvolto anche altri due veicoli, finiti contro il guard rail per evitare il tamponamento: un autoarticolato, il cui conducente è rimasto leggermente ferito ed è stato trasportato al Sant’Orsola di Bologna, e un’automobile.

Per un  paio d’ore il traffico è stato bloccato, con code fino a 10 chilometri in direzione Bologna.

Massimo Diploma sino al 2006 aveva lavorato insieme al padre Vincenzo, conosciuto in zona ceramiche come muratore e sabbiatore tra i migliori. Poi era diventato autotrasportatore. Poi si era trasferito in via del Cristo a Salvaterra e aveva trovato lavoro come autista in una ditta di autotrasporti di Campogalliano.

Oltre al padre, lascia la madre Stella Carbone, il fratello Franco (di qualche anno più grande, trasferitosi qualche anno fa in Inghilterra, dove fa il cuoco), la moglie Cristina Guljuk e la figlioletta di otto anni. L’altra sera, riferisce oggi il Carlino Reggio, la moglie gli aveva chiesto di restare a casa: “Ti vedo stanco, fermati qualche giorno. Domani non partire”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *