[[ Rottura nella Cgil. Otto Rsu convocano manifestazione anti-Camusso a Guastalla

4/3/2014 – Si fa sempre più acuto lo scontro interno alla Cgil sul nodo della rappresentanza. Le Rsu autoconvocate, che sostengono la linea Fiom-Landini in rotta di collisione con Susanna Camusso, hanno indetto un’Attivo intercategoriale per Reggio Emilia e Mantova, a Guastalla, il giorno 13 marzo alla sala Primo Maggio di via Di Vittorio. L’autoconvocazione, è firmata dalle rappresentanze aziendali di FIVES OtoMills, SMEG, OM Still, PADANA TUBI, BERTAZZONI, TECNO, IMMERGAS, BCS FERRARI.

Si tratta di una rottura senza precedenti, che tuttavia è sostenuta dalla Cgil provinciale di Reggio. Il nodo è la firma da parte della Cgil nazionale del Testo Unico sulla rappresentanza, firma duramente contestata dalla Fiom di Maurizio Landini e dalla corrente dei “sabattiniani”. Da tempo si parla di una possibile scissione.

In un documento le Rsu si schierano con il documento finale del congresso Fiom di Reggio, «mentre abbiamo valutato assolutamente evasiva la risposta del Segretario Generale CGIL Emilia Romagna, per cui presumiamo che la nostra posizione non sia stata rappresentata nel Direttivo CGIL».

Da qui la decisione di convocare autonomamente l’attivo, aperto a delegati e lavoratori di tutto il reggiano. Le Rsu minacciano iniziative di rottura a costo “di produrre, nostro malgrado, danni economici e di immagine alla Cgil”.

Si legge nel documento: «Ci riserviamo, alla luce delle posizioni assunte dal Direttivo Nazionale della CGIL che in modo autoritario ha negato la discussione e il percorso democratico peraltro previsto dallo Statuto della CGIL stessa, di mettere in atto quanto in nostro diritto a tutela nostra e di tutti i lavoratori per impedire che questo Accordo sia approvato da una consultazione di comodo e produca danni gravi e irreversibili ai lavoratori, anche se le nostre iniziative dovessero produrre, nostro malgrado, danni economici e di immagine alla CGIL».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *