Rapina al San Geminiano: la polizia irrompe in banca
e cattura i tre banditi

Il San Geminiano di via Edison circondato dalle Volanti

Il San Geminiano di via Edison circondato

14/3/2014 – La polizia ha catturato oggi pomeriggio a Reggio tre rapinatori che avevano fatto irruzione, armati di cutter, nella succursale del banco San Geminiano e San Prospero di via Edison, laterale della via Emilia nella zona di San Maurizio. Avevano già riempito i borsoni con banconote per oltre centomila euro.

L’allarme alla centrale operativa della Polizia è arrivato alle 16,20 quando i tre rapinatori si trovavano ancora all’interno dell’istituto di credito, ancora aperto ai clienti a quell’ora. Sul posto sono arrivate 3 pattuglie della polizia e, capito di essere circondati, i tre, tutti italiani, si sono arresi. Sul posto erano arrivati con una Panda rubata trovata parcheggiata in zona.

Uno dei banditi catturati

Due banditi vengono portati via dalle Volanti

Ad allertare i poliziotti la società di gestione di sicurezza della banca che a sua volta era stata messa in allarme dai bancari di un’altra filiale, stupiti dalle risposte evasive e a monosillabi delle cassiere sotto minaccia. Sul posto giungevano immediatamente 2 pattuglie della squadra volante ed una  della squadra mobile. Gli agenti entravano in banca e sorprendevano tre rapinatori che non avevano il tempo di abbozzare alcuna reazione, anche perché intenti a riempire due borse da computer con il denaro sottratto da una cassa e prelevato alla cassa continua del bancomat.

Gli genti riuscivano a disarmare i malviventi di due cutter, mettevano in salvo quattro impiegati presenti e l’unico cliente, entrato peraltro a rapina in corso. Dalle prime indagini emergeva che i rapinatori avevano già infilato nei borsoni banconote per circa 100.000 euro. Inoltre mentre uno era a volto scoperto, un altro era travisato con una sciarpa e l’ultimo con una parrucca.

I 3 rapinatori (tutti provenienti da Catania, due trentenni e con precedenti di polizia e un incensurato di 44 anni) avevano pianificato la fuga posizionando all’esterno della filiale un’autovettura su cui si stanno svolgendo indagini per accertarne la provenienza.

E’ tuttora in corso un’ attività investigativa volta ad approfondire la dinamica dei fatti.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Vacanza premio Rispondi

    15/03/2014 alle 10:56

    Fateci sapere il seguito.
    Grazie.

Rispondi a Vacanza premio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *