[[ Fiere: la gestione passa alla nuova società della Provincia. Ok del giudice Varotti

2/3/2014 – La nuova società “fieRemilia”, costituita dalla Provincia, potrà rilevare la gestione degli eventi del polo fieristico reggiano. Il giudice delegato Luciano Varotti, con i pareri positivi del commissario giudiziale Tiziana Volta e del comitato dei creditori della procedura concorsuale, ha autorizzato la sottoscrizione del contratto d’affitto del ramo d’azienda di Reggio Emilia Fiere, che consentirà alla nuova società partecipata dalla Provincia, fieREmilia, di gestire e rilanciare l’attività del quartiere fieristico di Reggio Emilia.

Amministratore unico della società fieRemilia è stasta nominata la dottoressa Maria Paglia.

La Provincia ha diffuso un commento della presidente Sonia Masini: «Questo è un passaggio importante per consolidare e sviluppare attività economiche che hanno un indotto significativo sulla nostra economia, soprattutto in previsione di Expo 2015 e dello sviluppo dell’area nord di Reggio Emilia e della stazione Mediopadana.  L’obiettivo è garantire lo svolgimento di tutte le fiere storiche e incentivarne di nuove, soprattutto legate alle imprese e ai prodotti del territorio, sviluppare proficue collaborazioni con il resto del sistema fieristico, in particolare da Bologna a Milano. Saranno perciò compiuti, fin da subito, tutti i passaggi adeguati. Naturalmente riteniamo questa una fase di nuovo inizio alla quale saranno chiamati a collaborare tutti gli attori locali, pubblici e privati, a partire dal Comune di Reggio Emilia e dalla Camera di Commercio, che si sono dichiarati disponibili».

Resta ancora senza risposte un quesito di fondo: visto che sono saltati fuori i soldi per garantire la continuità del polo fieristico, perchè non sono state fatte le ricapitalizzazioni a tempo debito, prima o subito dopo la fusione, in modo da evitare il concordato e la liquidazione di Reggio Emilia Fiere?

E perchè i soci pubblici, Provincia in testa, non hanno fatto ancora chiarezza su come si è formato l’indebitamento della Sofiser, principale responsabile del dissesto di Reggio Emilia Fiere? Secondo lo studio commissionato al professor Sido Bonfatti, i debiti della società ammontano a circa 28 milioni di euro, una cifra ben superiore al previsto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *