Chiesa e cultura in lutto. E’ morto padre Fiorenzo Gobbo, artista e memoria della Ghiara. Stasera veglia in Basilica

24/3/2014 – Grave lutto per la Chiesa e per la cultura reggiana. E’ morto Padre Fiorenzo Gobbo, religioso dei Servi di Maria, artista di opere sacre conosciuto a livello nazionale, profondo conoscitore della storia e del patrimonio artistico della basilica della Ghiara. Aveva 88 anni. I funerali martedì alle 15.
Ne dà notizia il sito del settimanale diocesano La Libertà.

Padre Fiorenzo M. Gobbo è spirato sabato sera alle 18,50 al Santa Maria Nuova dove era stato ricoverato una settimana prima per una forma di leucemia acuta.

Padre Fiorenzo era nato a Bressa, nei pressi di Udine, nel 1926; ha maturato la sua vocazione come Servo di Maria a 22 anni, durante gli studi nel seminario vescovile di Udine. Nel periodo di noviziato a Monte Senario ha scoperto, a suo dire, un’altra vocazione, quella di Servo di Maria-pittore.

La sua vita di frate è legata al Santuario della Ghiara di Reggio Emilia, dove viene a risiedere a diverse riprese.
Anche negli anni di permanenza a Bologna continua a svolgere il servizio domenicale in Ghiara.

Ultimamente vi è rimasto per più di un ventennio, fino alla morte. Nel corso degli anni ha raggiunto una vastissima conoscenza del nostro Santuario sotto l’aspetto storico-artistico: la sua competenza lo ha reso punto di riferimento per tanti studiosi e ha contribuito alla conoscenza della Ghiara da parte dei numerosi visitatori e di quanti frequentavano le sue celebrazioni.

La sua opera artistica è imponente ed in gran parte sconosciuta; va dalla pittura, al mosaico, alle vetrate. Un tema ricorrente è quello della raffigurazione del mistero della Madre di Dio: la Via Pulchritudinis. Una delle opere più imponenti è il grandioso ciclo mariano in vetro cemento della chiesa di Santa Maria dei Servi ad Ancona. I suoi disegni raffiguranti gli episodi evangelici della vita di Maria sono stati ripresi nella Editio Typica del Messale Mariano edito dalla Editrice Vaticana.

Le spoglie mortali di padre Fiorenzo saranno trasportate lunedì mattina (24 marzo) in Ghiara, dove la sera alle ore 21 avrà luogo una veglia di preghiera, mentre i funerali sono fissati per martedì 25 marzo, festa dell’ Annunciazione del Signore, alle ore 15.

Il vescovo di Reggio Emilia-Guastalla Massimo Camisasca, appena appresa la notizia della morte di padre Gobbo, ha diffuso questo comunicato: “Partecipo al lutto e al dolore di tutta la comunità religiosa della nostra Basilica della Ghiara per la scomparsa di padre Fiorenzo Gobbo. Affido alla Vergine, che lui ha tanto amato e venerato, la sua anima e imploro la benedizione del Signore su tutta la comunità dei Servi di Maria e su tutti coloro che sono devoti a questo luogo di grazie”.

IL CORDOGLIO DEL CONSIGLO COMUNALE 

Oggi pomeriggio in apertura dei lavori del Consiglio comunale, in Sala del Trkicolore, la presidente dell’assemblea  Emanuela Caselli ha ricordato con queste parole padre Fiorenzo Gobbo:

“La scomparsa di padre Fiorenzo Gobbo lascia un grande vuoto a Reggio Emilia. La sua vita strettamente legata al Santuario della Beata Vergine della Ghiara e all’arte, è stata una grande ricchezza per la comunità religiosa e per la città intera.

Il suo amore per l’arte e la sua fede profonda lasceranno una traccia indelebile in coloro che lo hanno conosciuto o in chi lo conoscerà in futuro, magari attraverso le sue opere artistiche e poetiche.

Vorrei ricordarlo con le parole di una sua poesia che lui stesso ha composto a corredo di una sua opera pittorica:

 

FIORI

Così vorrei fiorisse

la mia speranza

oltre la dura legge

della morte.

Egli stesso afferma in una presentazione di una sua opera che: “Le stesse emozioni sono vissute su piani diversi ma complementari, dal  visivo-grafico al sentimentale-poetico, perché la comunione con le persone e le cose coinvolga tutto l’essere”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *