[[ Vigilanza: Argo di Firenze entra nell’esercito Coopservice (2.600 guardie)

11/2/2014 – Dal primo febbraio Coopservice ha incorporato la cooperativa di vigilanza Argo di Firenze. Lo ha comunicato oggi il gruppo di Cavriago. Poco meno di un secolo di storia alle spalle, attiva particolarmente nelle province di Firenze e Prato, con sede nel capoluogo della Toscana, dotata di una centrale operativa in funzione 24 ore su 24, Argo figura fra i principali istituti di vigilanza fiorentini, con un fatturato 2012 di oltre 8 milioni di euro e 160 addetti, in grande maggioranza soci della cooperativa.

Con l’acquisizione di Argo Coopservice ha aggiunto un importante tassello al suo posizionamento nelle regioni tirreniche, confermandosi ai vertici del settore, dove con 2.600 addetti figura fra i primi tre operatori nazionali, su un totale di oltre 900 istituti di vigilanza attivi in Italia.

 “Per Coopservice – ha affermato Salvatore Fiorentino, responsabile del settore Sicurezza e vigilanza – si tratta di una scelta di valore strategico volta ad accrescere la nostra competitività e a consolidare la nostra presenza ai vertici del mercato nazionale dei servizi di sicurezza. Il gruppo dirigente di Argo, con il quale ci siamo trovati in perfetta sintonia, decidendo a sua volta di unire le proprie forze a quelle di Coopservice, si è proposto l’obiettivo di non disperdere il ricco patrimonio di professionalità accumulato negli anni, salvaguardando allo stesso tempo l’occupazione dei soci della cooperativa”.

Il percorso che ha portato Argo in Coopservice parte da lontano. Da quando, ormai sono vent’anni, La dimensione provinciale del mercato della vigilanza ha cominciato a scricchiolare sotto i colpi delle direttive europee a garanzia della libera concorrenza all’interno della UE.

“Cominciammo allora – ricorda il presidente di Coopservice Roberto Olivi – a perseguire la strategia della crescita dimensionale guardando anzitutto alle aggregazioni con altre cooperative di vigilanza. Fra queste c’era anche Argo, con cui abbiamo tenuto sempre vivo il confronto sui mutamenti in atto  e su come fronteggiarli nell’interesse della cooperativa e dei suoi soci. Credo di poter dire che con l’ingresso di Argo in Coopservice abbiamo coronato con successo questo lungo percorso, soddisfacendo entrambe queste esigenze”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *