Vandali o amanti della libertà? Fallisce tentativo di abbattere il busto di Lenin di Cavriago

15/2/2014 – Il busto di Lenin di Cavriago farà la fine del monumento di Kiev? Da tempo se le augurano in molti, tuttavia lo sguardo icastico di Vladimir Illic continua a resistere 25 anni dopo il crollo del Muro e a vigilare sulle sorti luminose e progressive della cittadina della val d’Enza.

Un nuovo tentativo di scalzare il busto – realizzato in una fonderia sovietica – dal suo supporto in cemento è avvenuto l’altra notte, ma non è riuscito: sul Carlino Reggio Nina Reverberi scrive che il monumento è stato quasi interamente staccato dal cippo ma l’armatura interna ha resistito “e i vandali hanno dovuto desistere”. Vandali sì, ma per politica. Anche perchè qualche giorno fa si è svolto il raduno annuale dei nostalgici leninisti. Potrebbe essere un gesto dimostrativo di persone amanti della libertà.

Nondimeno il bronzeo Lenin (unico in Italia e uno dei pochi sopravvissuti in spazi publici in Europa) è diventato un’attrazione turistica e meta di pellegrinaggi. E in un momento come questo dove tutto fa brodo, anche il busto di Lenin bisogna tenerselo stretto.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Asteroide 423 Rispondi

    16/02/2014 alle 11:51

    Ora che so che esistono pure i nostalgici leninisti…
    E’ proprio vero che l’uomo non impara mai nulla dai propri errori.
    E’ più facile riconoscersi o meno in un busto idiota dell’ideologo di questa o quella ideologia che cominciare a pensare e ad agire il mondo con la propria testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *