[[ Rubano in due grossa bobina di rame. Ma gli va male: uno preso e denunciato

2/2/2014 – Si sono introdotti all’interno di un’azienda agricola di Via Giovanni Tamagni a Castelnovo Sotto per rubare una bobina di rame da una cabina elettrica aziendale. Il loro raid è stato però interrotto dai custodi che li hanno sorpresi mettendoli in fuga. Uno è caduto ed è quindi finito nelle mani dei Carabinieri della Stazione di Castelnovo Sotto allertati dai derubati, mentre il complice è riuscito a fuggire. La sua identificazione potrebbe essere questione di ore.

Con l’accusa di concorso in furto aggravato i Carabinieri della Stazione di Castelnovo Sotto hanno denunciato alla Procura un 35enne incensurato di Sant’Ilario d’Enza.

Ieri sera poco dopo le 19,00 i due si introducevano furtivamente all’interno di un’azienda agricola di Via Giovanni Tamagni di Castelnovo Sotto puntando dritti ad una grossa bobina di rame posta nelle pertinenze di una cabina elettrica di alimentazione. Hanno quindi trascinato la bobina per una ventina di metri quando l’arrivo del custode li ha indotti a smettere e nascondersi in una siepe. Accortosi della presenza dei due il custode, che immediatamente chiamava il 112,  li invitava ad uscire allo scoperto, provocandone la fuga.

Uno riusciva a fuggire mentre il secondo inciampava cadendo a terra e finendo quindi nella mani dei carabinieri di Castelnovo Sotto, subito intervenuti. “Ho l’auto in panne stavo cercando auto”. Questa la giustificazione del ladro che tuttavia non ha trovato riscontri nei fatti in quanto dell’auto non c’era traccia: certamente l’aveva presa il complice per fuggire. Dall’azienda alla caserma il passo è stato breve.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *