Ruba carta di credito e si fionda a comprare uno smartphone da 600 euro. Denunciata insieme al figlio di 16 anni

18/2/2014 – Ha rubato una  carta di credito in un negozio, poi assieme al figlio minorenne si è precipitata per acquistare, con quella, un costoso Samsung S 4, ma non c’è riuscita perché non aveva con sè i documenti necessari. Però è stata identificata e i carabinieri l’hanno denunciata, assieme al figlio. Il ragazzo, che ha 16 anni, è stato segnalato al tribunale dei minori di Bologna. Il fatto è avvenuto in centro, a Reggio, e ha avuto per protagonista una donna di 35 anni. Una cliente si era dimenticata la borsa sul banco e lei aveva sfilato il portafoglio, nel quale c’era una carta di credito. Madre e figlio si sono subito fiondati in un vicini negozio di telefonia, dove hanno acquistato un Samsung del valore di 599 euro: lo hanno pagato, ma non lo hanno ottenuto subito perché la donna non aveva con sè i documenti necessari. Quel pagamento, però, è stato immediatamente segnalato alla derubata, che nel frattempo era uscita dal primo negozio e si era accorta di non avere più il portafoglio nella borsetta.
In compenso aveva con sè  il cellulare,  e un messaggio del servizio Sms Alert l’ha informata che con la sua carta di credito era stato appena fatto un acquisto nel negozio di telefonia. La derubata, una donna di 40 anni, è andata  dai carabinieri e sporgere denuncia e i militari, dopo essere stati nei due negozi, ed aver raccolto descrizioni ed informazioni sulla ladra, l’hanno individuata e denunciata , assieme al figlio. Nel negozio di telefonia la donna aveva detto che sarebbe ripassata poi con i documenti, non non lo aveva fatto.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *