[[ Legacoop e Confcoop esultano per Poletti ministro del Lavoro (e un po’ anche per Delrio)

23/2/2014 – «So cosa vuol dire lavorare. A sei anni ero nei campi». Giuliano Poletti, presidente nazionale di Legacoop e nuovo ministro del Lavoro e del Welfare, ha subito conquistato l’opinione pubblica non solo col suo faccione che ispira una simpatia istintiva, ma anche per le prime dichiarazioni fatte col cuore. Certamente ne è uscito molto meglio di tre o quattro neoministri che davanti a microfoni e telecamere hanno pronunciato parole disastrosamente convenzionali, da quinta elementare.

Così i cooperatori reggiani hanno una ragione in più per esultare: avere una sponda come Poletti nel governo, con la sua visione riformista e  la sua carica umana, non capita tutti i giorni.

«Poletti – ha commentato Simona Caselli, presidente di Legacoop Reggio – oltre ad essere una grande figura di cooperatore, conosce profondamente i problemi del lavoro e delle imprese. La sua esperienza, e diciamo pure la sua umanità, saranno senza dubbio molto utili in questa fase dove la risoluzione dei problemi del lavoro è fondamentale. Giuliano Poletti conosce profondamente la cooperazione reggiana e il nostro territorio, a cui è particolarmente legato. Voglio ricordare le  visite, anche recenti, a diverse cooperative reggiane, grandi e piccole. Pensiamo solo al ruolo che ha avuto Poletti nel valorizzare le esperienze delle cooperative di comunità nel nostro Appennino, con le sue visite a Succiso e a Cerreto Alpi».

Toni analoghi in una dichiarazione congiunta Legacoop-Confcooperative che «esprimono grande soddisfazione per la nomina a sottosegretario alla presidenza del Consiglio di Graziano Delrio, e di Giuliano Poletti, presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, a ministro del Lavoro e del Welfare».

«Fa piacere che l’ex sindaco di Reggio Emilia abbia assunto un così prestigioso incarico nel nuovo Governo: nel suo ruolo non potrà non portare l’esperienza maturata in un territorio dove l’attenzione alle persone, alla partecipazione e al senso della comunità sono fondamentali. Per Confcooperative e Legacoop sarà senza dubbio utile per il nuovo sottosegretario la conoscenza che ha della cooperazione e la stima che verso di essa ha sempre nutrito». A proposito di Poletti, sottolineano che «la competenza, la passione civile e la conoscenza dei problemi dei lavoratori e delle imprese di Poletti è una certezza. Poletti ha poi sempre avuto al centro della sua attenzione il ruolo dei cittadini per un nuovo welfare potenziato e inclusivo. Per la cooperazione, anche reggiana, la nomina di Poletti valorizza inoltre il ruolo che le cooperative hanno avuto in questi anni di crisi per salvaguardare i livelli occupazionali.

Confcooperative e Legacoop esprimono a Delrio e Poletti l’augurio di un proficuo lavoro, un augurio che è di tutta la cooperazione reggiana».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *