Ladri di Parmigiano in fuga. I Carabinieri sventano colpo grosso a caseificio di Luzzara

25/2/2014 – Hanno segato e rimontato le sbarre di una finestra che si affaccia su una zona buia, hanno controllato i tempi d’intervento dei Carabinieri con una serie di falsi allarmi, e dopo alcune ore sono passati all’azione: con dei mezzi agricoli hanno bloccato le vie d’accesso al caseificio per poi caricare le forme di parmigiano su un autocarro rubato. Un colpo studiato nei minimi particolari e preparato con cura dai malviventi, il cui obiettivo erano le forme stoccate nel magazzino di stagionatura di una latteria sociale di Luzzara.

Ma la rapidità d’intervento dei Carabinieri di Luzzara (che non si sono fatti ingannare dai falsi allarme scattati nelle due ore precedenti) ha tuttavia scongiurato il colpo.

Nelle mani dei Carabinieri di Luzzara un autocarro Daily rubato poco prima sempre a Luzzara, con le sponde abbassate pronto per essere caricato.  I malviventi appiedati sono quindi fuggiti per le campagne circostanti nel buio della notte, ma la caccia all’uomo continua tra le campagne della bassa reggiana e mantovana.

Poco prima dell’una e sino alle 3,30 di stanotte  i Carabinieri di Luzzara hanno compiuto alcuni interventi presso il caseificio fratelli Manfredini di Via Bosa per una serie di allarmi rivelatisi, appunto, falsi. Un modo per i ladri, di rallentare i successivi interventi dei militari, insieme alblocco delle vie d’accesso al caseifici con i mezzi agricoli messi di traverso.

Ma i Carabinieri hanno egualmente raggiunto di corsa il caseificio, in tempo per cogliere i ladri sul fatto. Questi, che avevano spalancato le porte del magazzino e si apprestavano a caricare l’autocarro, si sono dati alla fuga a piedi nelle campagne.

Nel corso del sopralluogo si è accertato che gli stessi erano entrati segando le sbarre di una finestra posta lateralmente su una zona buia. Fervono le indagini.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *