Volemose bene. Filippi (Forza Italia) da Bersani in ospedale: “Le sue figlie sono gentili e solari”

13/1/2014 – Fabio Filippi da Bersani, appena uscito dalla Rianimazione del Maggioredi Parma, dopo l’intervento alla testa seguito al grave malore che ha colpito l’ex segretario del Pd 10 giorni fa.

AnzianoCon un gesto raro, anche i questi tempi di (traballanti) larghe intese, il consigliere regionale di Forza Italia Fabio Filippi, reggiano di Casina, si è recato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di Parma, accompagnato da un amico di Vezzano sul Crostolo, «per trasmettere personalmente gli auguri di pronta guarigione all’Onorevole Pier Luigi Bersani».

Filippi ha incontrato le figlie dell’ex segretario nazionale del Pd, «alle quali ha manifestato la sua personale vicinanza ed ha espresso loro l’augurio che il padre possa ritornare al più presto alla vita politica attiva. Il consigliere regionale si è fatto portatore anche degli auguri da parte del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale».

«Ho apprezzato – ha fatto sapere Filippi – la gentilezza delle figlie dell’On. Bersani, due ragazze pulite e solari. Consideriamo Bersani un politico leale, un avversario corretto, dote rara nella sinistra italiana. Noi emiliano-romagnoli ricordiamo con piacere l’attività politica ed amministrativa svolta da Bersani nella sua veste di governatore della Regione. Abbiamo bisogno di politici genuini, appassionati e sinceri come Bersani, in questo mondo di polli ruspanti cresciuti in batteria e subito dopo ascesi ai vertici alla politica».

Riferimento trasparente al governatore Vasco Errani, che non ha mai nascosto la sua antipatia nei confronti di Filippi soprattutto perchè ha battuto ripetutamente sul tasto dello scandalo Terremerse.

«Tornare all’ospedale di Parma – ha aggiunto Filippi – mi ha riportato al difficile periodo trascorso l’inverno scorso dalla mia famiglia, quando dopo un incidente stradale mio fratello maggiore, poi deceduto, venne operato d’urgenza nello stesso nosocomio».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *