Magdi Allam vuol salvare gli italiani. Sabato al Caffè Fontanesi

30/1/2014 – “Salviamo gli italiani”, è la proposta che Magdi Cristiano Allam, europarlamentare e capolista di Fratelli d’Italia alle Elezioni Europee nel Nord-Est, presenterà a Reggio Emilia sabato 1 febbraio alle ore 15 presso Caffè Fontanesi, Piazza Fontanesi 8.

comiche_091“In un momento tragico per gli italiani – scrivono i Fratelli d’Italia reggiani – in cui ogni giorno muoiono delle imprese, vengono devastate le famiglie, imprenditori e lavoratori vengono istigati al suicidio e i giovani hanno perso la speranza, Allam ha preso l’iniziativa di denunciare sia lo Stato per le conseguenze dell’imposizione del più alto livello di tassazione al mondo, oltre l’80% tra tasse dirette e indirette, sia le banche per le conseguenze della pratica di un tasso d’interesse usuraio legalizzato che arriva al 6000% , considerando che il denaro viene prestato dalla Banca Centrale Europea al tasso dello 0,25% e le banche commerciali accordano il credito anche ad oltre il 15%.

La denuncia, sotto forma di esposto da presentare alla Procura della Repubblica in tutt’Italia, sarà supportata dalle firme dei cittadini da raccogliere a partire da metà febbraio. Questa mobilitazione popolare sfocerà in una grande manifestazione in programma a Roma sabato 10 maggio con due parole d’ordine: “Disobbedienza civile”, così come la concepirono Gandhi e Martin Luther King, e “No Euro”.

L’impegno primario di Allam nel corso della campagna elettorale, che si concluderà con il voto di domenica 25 maggio, sarà il riscatto della nostra sovranità monetaria, legislativa, giudiziaria e nazionale sia per riscattare il diritto inalienabile degli italiani alla vita, alla dignità e alla libertà, sia per promuovere un’autentica riforma dell’Italia libera, sovrana e autonomista”.

Be Sociable, Share!

5 risposte a Magdi Allam vuol salvare gli italiani. Sabato al Caffè Fontanesi

  1. Asteroide 423 Rispondi

    04/02/2014 alle 12:49

    Melloni ‘primiera’ e lui settebello!
    😉
    Fratelli d’Italia…forse i pochi rimasti.

    • Pierluigi Rispondi

      04/02/2014 alle 14:12

      In effetti erano proprio pochini. Mi dispiace per Magdi

      • Asteroide 423 Rispondi

        07/02/2014 alle 12:57

        Bisognerebbe parlarne di più di questi ‘pochini’.
        La ‘gran maggioranza’ infatti ormai ha fatto il suo tempo e tra una ideologia e un’altra, rinunciando alla facoltà critica ha condotto l’Umanità ad un vicolo cieco, stretto e assurdo, dove continua ostinatamente e ‘stupidissimamente’ a guazzare.

        Viva l’istinto vitale dei pochini… ma buonini.

  2. Giorgio Cassinadri Rispondi

    11/02/2014 alle 08:51

    E’ avvilente che debba essere un ex musulmano a perorare le nostre cause, forse che lui conoscendo dal -di dentro- la bellezza della cosiddetta religione di pace (indotta come eterna) abbia maturato qualche esperienza?
    Da sempre le maggioranze si comportano come greggi, è l’insoluto problema della democrazia.
    Se la maggioranza decide per una cosa, è sicuro che sia la migliore per il solo fatto che la maggioranza ha deciso così?
    Ma non c’è altra via apparente, bisogna lottare affinché i pochini possano aiutare le moltitudini a uscire dal pantano.
    Presuntuoso, certo, ma il sinedrio non è fatto di masse, bensì di saggi.
    Altro problema, come costruire le scale assiologiche?
    Viva dunque i pochini-buonini.
    Resta il problema dell’invidia, la massa non accetta mai la superiore intelligenza, chiedete al bar, se avete il coraggio di frequentarne uno.

    • Asteroide 423 Rispondi

      11/02/2014 alle 20:16

      La superiore intelligenza, essendo sinonimo di libertà totale – scatena – perché incompresa e fraintesa, l’invidia più squallida e mal riposta di questo mondo.

      Apriamo finalmente il ‘Bar Sinedrio’ a numero chiuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *