La tragedia di Laura, uccisa a 19 anni da un farmaco per la tonsillite. Poviglio in lutto

10/1/2014Poviglio in lutto per la tragedia di Laura Ferrari morta al Maggiore di Parma a soli 19 anni a causa dei  danni irreparabili agli organi interni causati dall’allergia a un medicinale. La giovane, studentessa di Design industriale a Bologna dopo aver conseguito la maturità scientifica al liceo Moro di Reggio, era ricoverata al Maggiore da metà dicembre dopo essere stata in cura per un mese intero al Santa Maria Nuova.

IL suo calvario era cominciato a fine ottobre a causa di un farmaco assunto per curare una tonsillite.  Il 7 novembre il ricovero al Santa Maria poi, dopo un inutile pellegrinaggio da grandi specialisti anche all’estero, è stata trasferita a Parma: le sue condizioni non hanno permesso il trapianto di fegato. Dopo essere rimasta a lungo in coma farmacologico, domenica scorsa aveva dato qualche segno di ripresa. L’altra notte invece un nuovo aggravamento e il decesso.

La salma di Laura è ancora al Maggiore in attesa dell’autopsia, a causa della forma rara di allergia che l’ha colpita. La giovane, molto conosciuta e benvoluta da tutti in paese. Giocava a livello agonistico nel Volley Marconi di Castelnovo Sotto.

Lascia il padre Fabio, la madre Anna e il fratello  Matteo, con i quali abitava in via Sardegna a Poviglio.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *