Furti in piazzale Europa, un flagello. Ma i cittadini reagiscono e chiamano i Cc: preso topo d’auto

3/1/2014 – La collaborazione dei cittadini congiunta al tempestivo intervento dei Carabinieri sono stati gli elementi che ieri sera hanno visto l’intervento risolutivo dei carabinieri della Stazione di Reggio Emilia Santa Croce nel parcheggio del Piazzale Europa, antistante la stazione Ferroviaria di Reggio Emilia, “flagellato” dai furti in auto in sosta.

Ed è proprio un topo d’auto che ieri è finito nella rete dei Carabinieri:  con l’accusa di furto aggravato è stato arrestato Tarek YAZIDI, tunisino di 30 anni  domiciliato a Reggio Emilia.

Aveva  la refurtiva sottratta dall’interno di una Smart che ha forzato, causando danni per oltre 1.000 euro. L’origine dei fatti ieri poco dopo le 20,00 quando un cittadino segnalava al 112 un furto su un’auto in sosta in Piazzale Europa ad opera di uno sconosciuto accuratamente descritto all’operatore.

Sul posto veniva subito inviata una pattuglia dei carabinieri dalla vicina caserma di Via Adua i cui operanti, giunti via Bligny (proprio in prossimità dell’incrocio con Piazzale Europa), incrociavano a piedi un giovane nordafricano corrispondente per abiti indossati a quello segnalato che alla vista dei carabinieri fuggiva. Inseguito a piedi per 500 metri veniva raggiunto e bloccato dai carabinieri.

Il successivo sopralluogo nel parcheggio del piazzale Europa portava i militari a verificare, unitamente al proprietario nel frattempo giunto, il furto su una Smart che presentava la rottura del vetro del finestrino anteriore lato guida nonché la forzatura del telaio del finestrino (danni quantificati in un migliaio di euro). Il proprietario riferiva che dall’auto risultavano mancanti una chiavetta USB 8G e un ombrello, beni trovati in disponibilità del fermato, che alla luce dei fatti veniva arrestato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *