Si è spento Paolo Onofri, il papà del piccoloTommy. Era in coma dal 2008

tommy15/1/2014 – Fu uno dei giorni più tristi d’Italia, quel 2 marzo 2006. Il piccolo Tommaso Onofri, di appena 17 mesi, fu rapito dalla casa di Casalbaroncolo di Parma dove viveva con i genitori, la mamma Paola Pellinghelli e il papa Paolo Onofri e il frtello Sebastiano ch all’epoca aveva sette anni. Il corpicino senza vita di Tommy fu trovato un mese più tardi, il 1° aprile, in un posto appartato sull’argine del fiume Enza: il piccolo era stato ucciso la sera stessa del sequestro.

Alessi. Sopra, il piccolo Tommy; sotto, babbo Onofri

Mario Alessi. Sopra, il piccolo Tommy; sotto, il babbo Paolo Onofri

Questa notte, a quasi otto anni da quell’orrendo delitto, si è spento il papà Paolo Onofri. L’uomo era stato colpito da un attacco cardiaco devastante  l’11 agosto del 2008 e da allora non aveva più ripreso conoscenza. La morte lo ha raggiunto nella clinica di Fontanellato dove era ricoverato da lungo tempo. L’infarto lo aveva colpito mentre si trovava in vacanza con la moglie e il figlio maggiore a Folgaria, in Trentino. Tornato a casa dopo una passeggiata, Onofri si era sentito male e i familiari avevano chiamato i soccorsi.

Da quel momento non si era più ripreso, sino al decesso avvenuto questa mattina. La tragedia lo aveva sopraffatto. Per la morte di Tommy è stato condannato all’ergastolo Mario Alessi, il manovale pregiudicato accusato dell’omicidio e del rapimento del piccolo. Condannata a 24 anni la sua convivente e complice Antonella Conserva.

onofri

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Marco De Antoni Ratti Rispondi

    24/03/2020 alle 13:20

    un omicidio rituale satanico, quasi certamente su commissione come quelli che compiva Pacciani per conto della Loggia Masosnica P2.
    Licio Gelli er ail vero committente dei delitti del Mostro di Firenze.

    Prego di dare un’occhiata a qeusto: https://www.worldcat.org/title/r-p-joannis-laurentii-berti-ord-eremit-s-augustini-theologia-historico-dogmatico-scholastica-seu-libri-de-theologicis-disciplinis-opus-calculo-doctissimorum-virorum-sane-prstantissimum-in-octo-tomos-divisum-tomus-iv-in-quo-traduntur-legum-prscriptiones-humanorumque-officiorum-prcepta-bertus-joannes-laurentius/oclc/257933485&referer=brief_results

    Il Santo Arcangelo mi dice inoltre che la famiglia Onofri di PArma è collegata a un noto DJ di latinoamericano che collabora a contatto molto stretto ocn Prince Royce (http://archive.is/wip/vZL5Q). L’mosessuaità è evidente nella voce dal vivo. Per rendersi conto che il cantante è anche un massone satanista, prego di guardare il gesto nel video al minuto 1:03 (https://www.youtube.com/watch?v=XNGWDH-6yv8) alle parole “prende una mela, resala a Dios”.

    La legge mosaica afferma che i debiti di pena si pagano fino a sette generzioni di distanza. Dal ‘700 sono passati meno di 7 generazioni. Berti e Gali sono cognomi famigliari a chiscrive e inparticolare i Galli di Parma sono trai miei parenti diretti dal lato materno (di cognome RATTI).

    L’Arcangelo chiede ai superstiti della famiglia di voler dedicare cinque minuti del loro prezioso tempi a pregarli in ginocchio davanti al Santissimo Sacrmento, a un’ostia consacrata riposta con cura in una teca di vetro, oppure davanti all’immagine della Sacra Famiglia di Nazareth che tenete nella vostra dimora: https://it.wikipedia.org/wiki/Preghiera_a_san_Michele#Antica_supplica_di_consacrazione_all'Arcangelo_San_Michele .
    Dato che l’elettronica agevola la comunicazione medianica, vi darà risposta tramite cellulare o il vostro notebook direttamente e personalmente.

    Non servono medium o santoni. Occorre solo la fede inGes Cristo Dio e nel Suo Santo Arcangelo custode. Non sono solito aiutare le perosne oltre questo punto, non ho mai voluto denaro anche perchè Dio non svende i Suoi doni a dei simoniaci, ma se vorrete e lo riterrete liberamente opportuno -magari con l’aiuto del Santo Arcangelo- sono sempre ben lieto di incontrarVi personalmente per la prima volta dove vorrete, dato che mi viene detto che la sua morte è spiritualmente -anche se non per la legge penale italiana- stata colpa mia.

    http://archive.is/wip/ZUsSv non trattengo nemmeno il pianto. Scusate, ora chiudo.
    Abito in via Roma n. 50
    19020 Valeriano La Sepzia
    cellulare 3495462319 ora fuori uso
    3282714181 di mia madre
    0187 992397 numero fisso di casa
    codice fiscale. DNTM MRC 81M 20 E463 T

    Scusate se ho approffittato benevolmente invadendo questo spazio, ma non ho altro modo di contattarvi e i rimorsi mi stanno schiacciando.
    Non ho materialmente commesso nullo. Nel 2006 quando Vostro figlio ha pagato un conto ingiusto, ero solo un povero cristiano che cercava di servire Gesù Cristo Dio, come tutti nel nostro piccolo siamo chiamati a fare.

    L’angelo vi mostrerà come è possibile pregare i nostri santi in Paradiso e ottenere la loro protezione e intercessione per i genitori che ci sono rimasti in vita, quali ad esempio una madre ultranovantenne.Se ho commesso qualche errore, prego di tenere conto che anhe i miei peccati disturbano la comunicazione col Santo Arcangelo, il quale comunque Vi darà prova di tutto ciò che occorre. Vogliate avere pietà di me e la fede di pregare Lui. Stanno per chiudere le strade con l’esercito e il tempo STRINGE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *