[[ Debiti Sofiser marca Pd: il Credem sull’Aventino non paga Cavriago. E il Delmonte furioso spara a zero

di Pierluigi Ghiggini

27/01/2014 – Il fantasma dei debiti accumulati dalla Sofiser, la vecchia immobiliare pubblica  gestita da personalità del Pd e dalle banche, continua a sbattere le sue catene ai piani alti della politica e dell’economia di Reggio.

soldi gifE’ noto che Reggio Fiere è finita in concordato proprio per i debiti ereditati da Sofiser, e molti ritengono che all’origine del dissesto vi fosse l’astronomica somma di undici milioni di euro riconosciuti al comune di Cavriago a titolo di extraoneri per l’operazione delle aree industriali di Corte Tegge.

Cavriago ha guadagnato molto dall’elargizione di Sofiser, grazie alla quale ha potuto realizzare il monumentale Multiplo per le attività culturali della cittadina. Tuttavia  parecchie somme sono rimaste in sospeso, e naturalmente Reggio Fiere in concordato non può pagarle. Sofiser aveva presentato delle fideiussioni bancarie a garanzia di quei soldi (in ballo ci sono circa 5 milioni di euro), fideiussioni che il comune ha presentato agli istituti di credito chiedendo che facciano fronte agli impegni presi. Montepaschi, Unicredit e Popolare dell’Emilia Romagna hanno fatto buon viso a cattivo gioco e hanno già rimborsato l’ente locale. Invece il Credem ha deciso di resistere, ed evidentemente potrà mettere sul tavolo qualche buona ragione.

Il sindaco di Cavriago è quello al centro

Il sindaco di Cavriago è quello al centro

Al sindaco Delmonte però è saltata la mosca al naso, e questa mattina ha diffuso un comunicato di fuoco contro la banca di via Emilia San Pietro, accusandola di “atteggiamento dilatorio” e di “arroganza“.

«Il Comune di Cavriago – si legge – esprime il proprio disappunto per l’atteggiamento dilatorio assunto nei suoi riguardi da Credem a seguito della richiesta avanzata all’istituto di credito di escutere la fideiussione a garanzia dell’impegno preso a suo tempo da Sofiser (oggi Reggio Emilia Fiere), con gli accordi di pianificazione urbanistica della zona industriale di Corte Tegge, per finanziare la realizzazione di alcune opere pubbliche.

Uno spot Credem. Che però stavolta è meno ottimista...

Spot Credem. Valori? Mah: stavolta si fida meno

Delle quattro banche garanti degli impegni pattuiti da Reggio Emilia Fiere con il Comune di Cavriago sulle dotazioni territoriali – continua la nota – tre (Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena) hanno provveduto a rimborsare il Comune; Credem, inspiegabilmente e in modo capzioso, con un atteggiamento che sfiora l’arroganza, contesta la rivendicazione del Comune di Cavriago.

«L’opposizione di Credem – dichiara il sindaco Vincenzo Delmontecosta al Comune di Cavriago migliaia di euro per spese legali che deve accollarsi per il riconoscimento di un diritto: quello di disporre delle risorse per completare opere pubbliche previste nelle convenzioni a suo tempo sottoscritte con Sofiser (oggi Reggio Emilia Fiere). Denunciamo alla comunità cavriaghese l’atteggiamento scorretto di Credem, che non fa onore all’istituto di credito che per decenni ha dato un sostegno apprezzabile alle politiche di sviluppo del nostro territorio».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *