Bravo ragazzo accoltella bravo ragazzo. Il pm chiede otto anni, il giudice condanna a un anno e mezzo

30/1/2014 – La sera del 24 agosto scorso un pregiudicato reggiano, Antonio Ziccardi, veniva aggredito mentre passava a piedi sotto i portici di via Emilia San Pietro. L’aggressore era un altro pregiudicato reggiano, il 30enne Fred Sergio Max Fisahn, finito a processo per tentato omicidio.

Per lui il Pm Maria Rita Pantani ha chiesto una condanna a otto anni ma il giudice Angela Baraldi, accogliendo le richieste del difensore Noris Bucchi, ha ritenuto che l’imputato dovesse essere considerato responsabile non di tentato omicidio, bensì di lesioni gravi. In questo modo la pena è stata di un anno e mezzo.

L’avvocato Bucchi aveva insistito sulla mancanza di volontà omicida nel proprio assistito, sottolineando che i due colpi di coltello erano stati portati in regioni non vitali del corpo. Ziccardi era stato colpito alla regione lombare e alla scapola sinistra con un coltello a serramanico dalla lama lunga sei centimetri.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *