A caccia di mobili antichi sventrano villa a picconate: tre ladri arrestati a Carpineti

10/1/2014 – Erano a caccia  d’antiquariato i tre ladri, bene attrezzati va sfortunati, catturati ieri a Carpineti dai Carabinieri di Castelnovo Monti: armati di piccone e mazze da muratore avano sfasciato tutte le porte  di una villa per accedere subito agli ambienti dove si trovavano mobili e oggetti.

Sono andati a colpo sicuro grazie a una mappa e a un kit da demolitori: insomma, un furto organizzato nei minimi dettagli. Sapevano che la villa era usata solo durante le vacanze o nel  periodo estivo. Ma gli è andata male grazie all’arrivo tempestivo di una pattuglia di Carabinieri. La merce, già caricata su un furgone rubato, è stata restituita alla legittima proprietaria e il terzetto è stato arrestato: si tratta di un uomo di 58 anni di Noceto, di un moldavo di 54 anni e di un crotonese di 42 entrambi abitanti a Parma. Stamani compariranno in Tribunale per rispondere di concorso in furto aggravato.

Dunque durante una normale attività di controllo del territorio,  giunta nella zona di Carpineti l pattuglia dei Carabinieri ha notato qualcosa di strano e si avvicinata alla villa presa di mira. Una visita inaspettata per gli stessi ladri, che stavano per svignarsela, tanto che all’arrivo dei militari hanno cercato di scaricare la refurtiva giù sul furgone. Tentativo inutile.

I Carabinieri hanno trovato e sequestrato il kit del ladro demolitore costituito da numerose mazzette da muratore, piccone, asce, cacciaviti etc. unitamente a materiale che suffraga un attento studio del colpo, come la mappa per raggiungere l’abitazione. Gli arredi antichi (tavolo, sedie e lampadari) per un valore di oltre 10.000 euro sono stati recuperati e restituiti alla proprietaria dell’abitazione. Il sopralluogo nella casa estiva consentiva di accertare che i tre per accedere avevano scassinato gli scuri  della finestra posta al piano terra, per poi spaccare a picconate tutte le porte che conducevano ai diversi vani. Ingenti i danni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *