Storie di giovani eroi disabili all’Università. C’è anche Eleonora, ultima salvata dalle macerie dell’Aquila

2/11 – “Università per tutti – Storie di persone disabili e atleti paralimpici” è il tema di una manifestazione  in programma domani 3 dicembre, in occasione della Giornata mondiale della disabilità. L’iniziativa è organizzata dall’ Università di Modena e Reggio Emilia, servizio accoglienza studenti disabili. L’appuntamento, alle 9,  è all’aula Magna Pietro Manodori di viale Allegri, a Reggio.

Saranno presenti Cecilia Camellini, non vedente,  medaglia d’oro nel nuovo alle Paralimpiadi di Londra, Kevin Casali atleta paralimpico campione italiano Fisdir di nuoto, Andrea De Vicenzi (persona amputata, campione di paratriathlon, ha percorso in bici i 700 chilomeri della strada sterrata più alta del mondo, in India, la celebre Manali-Leh), Sara Morganti, tetraplegica, campionessa italiana paralimpica di equitazione, Francesco Messori, capitano della Nazionale Italiana Amputati di calcio e Mirco Lanzoni, non udente, allenatore della Nazionale Italiana di Judo per atleti paralimpici non udenti.

Partecipa anche Eleonora Calesini, anche lei non udente, dell’Università di Pisa,  ultima persona estratta viva dalle macerie 48 ore dopo il terremoto dell’Aquila. Era stata salvata da un cane della Protezione civile.
Gli atleti saranno intervistati da Claudio Arrigoni del Corriere della Sera, autore di pubblicazioni sullo sport paralimpico e commentatore per la Rai delle Paralimpiadi di Pechino e Londra.

La seconda parte del seminario sarà dedicata sull’inclusioni di studenti disabili all’interno di tre atenesi: Modena e Reggio Emilia, Cassino e Lazio Meridionale , Università Federico II di Napoli.

Il Prof. Urbano Stenta parlerà della convenzione sui diritti delle persone con disabilità  dagli Stati delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006 e ratificata dall’Italia con legge nr. 18 del 3 marzo 2009; la firma a nome dell’Italia è stata apposta dal Prof. Stenta. Conduce il giornalista Nelson Bova della Redazione di RAI Regione Emilia Romagna.

Alle 12 interverrà Uber Mazzoli, presidente della Fondazione Papa Giovanni XXIII, che illustrerà il progetto del Centro sportivo Paralimpico di Villa Sesso.

Saranno presenti Stefano Tortini e Vincenzo Tota, rispettivamente presidente regionale e provinciale della Fand (la Federazione tra le associazioni delle persone disabili). Per Unimore  intervengono il Prorettore della sede reggiana professor Riccardo Ferretti, la professoressa Elisabetta Genovese  e il dottor Giacomo Guaraldi.

L’iniziativa, la più importante a livello di università sinora realizzata a Reggio in materia di disabilità, si deve all’impegno di Vincenzo Tota, referente Unimore per l’attività motoria e lo sport degli studenti disabili. «La celebrazione della Giornata Internazionale – afferma Tota – si propone di promuovere una migliore comprensione delle tematiche della disabilità con particolare attenzione ai diritti delle persone e gli utili che derivano a tutta la società, dall’integrazione delle persone con disabilità in ogni aspetto della vita politica, sociale, economica e culturale delle loro comunità».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *