In fin di vita ladro acrobata caduto dal terzo piano: aveva rapinato la sala scommesse di viale Piave

18/12 – Aveva rapinato la sala scommesse Sisal Match Point di viale Piave a Reggio l’albanese di 27 anni che per sfuggire alla polizia è precipitato dal terzo piano di un palazzo di via Paradisi. L’uomo ora è ricoverato in prognosi riservata, in stato di arresto per rapina aggravta, sequestro di persona e porto abusivo d’arma.

Il caso è stato risolto dagli uomini della Squadra Mobile di Reggio, grazie alle immagini della videosorveglianza del punto scommesse.

L’albanese era riuscito a nascondersi nella sala domenica sera prima della chiusura. Ha trascorso buona parte della notte  nel controsoffitto del bagno, sino a quando i pannelli non hanno ceduto e lui è caduto a terra: proprio in quel momento un telecamera lo ha ripreso a volto scoperto.

Al mattino, quando una dipendente ha aperto l’esercizio alle 8, l’albanese l’aspettava al varco, pistola in mano e col volto coperto da un passamontagna: ha costretto la donna a consegnarli diecimila euro custoditi in cassaforte, poi l’ha legata a una sedia con fascette da meccanico ai polsi e alla caviglie, e si è dileguato.

Gli agenti intervenuti sul posto lo hanno subito riconosciuto dalle immagini della videocamera, e sono andati a cercarlo in via Paradisi numero 8. Dopo aver circondato l’edificio, sono entrati in un appartamento del terzo piano. Qui c’erano altri due albanesi, mentre il rapinatore era aggrappato a un tubo di plastica che corre lungo la parete esterna del palazzo. All’improvviso il tubo si è spezzato sotto il peso dell’albanese, che si è schiantato al suolo.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *