Fiaba di Natale. Ospitaletto “adotta” tre cinghialini rimasti senza mamma

13/12 – Una storia commovente, una fiaba in perfetto stile natalizio. TRe cuccioli di cinghiale, rimasti senza la mamma (forse uccisa dai cacciatori) e sperduti nella neve di Pradarena sono stati adottati dal paese di Ospitaletto, comune di Ligonchio nell’alto Appennino reggiano.

A raccontare la storia sul Carlino Reggio è la giornalista Alessandra Codeluppi che ha parlato con gestori e avventori del bar Tini di Ospitaletto. Per una decina di giorni gli abitanti della zona hanno portato d mangiare ai cuccioli, tozzi di pane fatti fuori in un baleno: «Dieci giorni fa un paio d persone sono salite a Pradarena (circa trecento metri da Ospitaletto ndr.) – ha raccontato Donatella Raffaelli – Al ritorno hanno raccontato di aver visto i tre cuccioli in difficoltà e di aver lasciato la merenda. Incuriositi, anche noi abbiamo raggiunto quel punto: Erano ancora là, tutti e tre: sembravano smarriti. Tornano un’altra volta mio marito e mio figlio Alessio, undici anni: lasciano un po’ di pane che i cinghialetti fanno sparire in un momento”. Nei giorni succcessivi li hanno sfamati alcuni automobilisti. Ma i cuccioli erano rimasti in due. A Ospitaletto ora “tutti sperano nel lieto fine”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *