Crac Orion, Simona Caselli conferma: Legacoop interverrà per i soci che hanno perso risparmi per 5,5 mln

5/12 – La presidente  Simona Caselli ha confermato che Legacoop si impegnerà concretamente a sostegno dei soci prestatori della Cooperativa Orion, così com’è avvenuto per la Cmr di Reggiolo. Lo ha detto nel corso di un incontro avvenuto ieri pomeriggio con il Comitato dei prestatori nella sede provinciale di via Ruini. la Caselli ha risposto a dubbi e qusiti sollevati dai membri del Comitato, tuttavia le notizie diffuse non chiariscono in quale percentuale potrà intervenire Retecoop, la struttura presieduta  da Paolo Lusenti a alla quale è affidata la missione di acquistare almeno una parte del credito dei prestatori.

I soci di Orion hanno quadi 5,5 milioni di euro bloccati nel concordato preventivo (che peralro deve essere ancora approvato dai creditori). Quinti una situazione meno complessa della Cmr, dove i risparmi dei prestatori erano dieci volte di più. Tuttavia la percentuale di soddisfazione prevista dal piano di concordato è nettamene più bassa: 26,70% nell’ipotesi migliore e 16,10% nella peggiore.

“I soci Orion non sanno lasciati soli dalla Lega cooperative – commenta il Comitato – Ora aspettiamo di sapere cosa accadrà il 16 gennaio 2014” . Il 16 gennaio infatti è in programma l’adunanza dei creditori per l’approvazione del concrdato. Ma c’è molto malumore tra i chirografari, che reclamano 72 milioni 245 mila euro ma rischiano di ricevere solo il 7,78%.

Il Comitato Soci Orion è stato costituito nei mesi scorsi grazie al sostegno di Federconsumatori che ha messo a disposizione locali, coordinamento e l’assistenza di un legale per seguire la procedura di concordato.  I portavoce sono Donatella Ferrari, Leo Ballabeni, Nello Bedeschi, Annamaria Paterlini, Clemente Ferrari e Alessandro Borghi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *