Chi troppo vuole nulla “stringe”: fa crac il pene di un reggiano dopo l’operazione per renderlo maxi

woman hand with ruler

31/12 – Un reggiano di 60 anni è stato risarcito con 8 mila euro da una dottoressa rumena, specializzata in chirurgia estetica e nota per i suoi interventi finalizzati all’aumento delle dimensioni del pene attraverso il Macrolane, gel iniettabile a base di acido ialuronico. L’intervento, realizzato in una clinica milanese, aveva provocato una sorta di esplosione del pene del malcapitato durante un rapporto sessuale, con un’infezione guarita in 40 giorni.

fratturaLo scrive il Carlino Reggio in una corrispondenza da Milano.

L a querela seguita all’incidente ha provocato un’inchiesta della procura di Milano che ha contestato alla dottoressa il reato di lesioni colpose gravi, perchè al botto del pene era seguita l’infezione “con estrusione del gel da flogosi dell’asta peninea”. Inoltre il medico non aveva ottenuto il consenso informato, obbligatorio, e non si sarebbe preoccupata del fatto che il paziente era diabetico. Il processo tuttavia si è fermato alla prima udienza, perché le parti si sono subito accordate per il risarcimento, con ritiro della querela.

L’aspetto paradossale della vicenda – riferisce il Carlino – è che il consulente della Procura ha attestato che le misure post operatorie del 60enne reggiano erano assolutamente nella norma.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Asteroide 423 Rispondi

    02/01/2014 alle 11:04

    Nessuno mai che pensi più ad un potenziamento dell’intelligenza ?
    Bastava mettergli il cervello di un topolino che in questo caso ci sarebbe stato sicuro un netto miglioramento.
    Che schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *