Bar razziato a Bagnolo, la titolare legata e sequestrata. Natale con l’incubo di bande violente

21/12 – Un’altra donna, dopo il sequestro per rapina alla sala scommesse di Viale Piave, è stata presa di mira dai malviventi che l’hanno minacciata, bloccata e chiusa in una stanza per saccheggiarle il bar. E’ accaduto ieri sera intorno alle 21 a Bagnolo, al Roxi Bar di via Bruno Buozzi. La titolare quarantenne dell’esercizio aveva quasi terminato le pulizie e si accingeva a chiudere il locale quando si è trovata davanti tre persone con il volto coperto da un passamontagna, che l’hanno minacciata brandendo un cutter, le hanno legato i polsi e l’hanno rinchiusa nel bagno.

Poi i banditi hanno fatto razzìa: le macchine videopoker sono state svuotate così come il registratore di cassa, e i rapinatori hanno portato via anche diverse stecche si sigarette. Prima di fuggire hanno tolto l’hard disk del sistema di videosorveglianza, in modo che del loro colpo non restassero immagini.
L’incubo è durato due ore e mezza: solo alle 23.30 la donna è riuscita a sciogliere i nodi che le bloccavano i polsi, e ha dato l’allarme ai Carabinieri.
Quanto accaduto ieri sera dei  precedenti negli ultimi mesi: a fine settembre e qualche giorno fa, a Bagnolo, erano stati compiuti due colpi analoghi da parte di cinesi che avevano preso di mira esercizi gestiti da loro connazionali.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *