Zona ceramiche Boglioni fa rima con “maroni”. Castagnata di San Martino a Casalgrande il 9, Sagra del Cicciolo a Castellarano il 17

di Paolo Ruini

CASALGRANDE E LE CASTAGNE

La tradizionale festa dei “maroni”  di solito si consuma nel giorno di San Martino che si festeggia l’11 novembre. Però quest’anno la giornata che ricorda il Santo cade di lunedi e, visto che è un giorno lavorativo, in molti comuni la tradizionale castagnata viene anticipata al sabato o alla domenica. Nel caso di Casalgrande è sabato 9 novembre.

Per rinnovare la tradizione di San Martino, quando i nostri nonni cuocevano le caldarroste,  nel centro dei Boglioni dalle ore 11 fino alle sette di sera si svolgerà la Castagnata d’Autunno. Bancarelle nel centro di Casalgrande, vin brulè a fiumi e tantissimi punti dove verranno cotte e vendute le gustose caldarroste.

La manifestazione è organizzata dal Gruppo Scout Primo di Scandiano, dall’associazione i Cortili di Chiozza con il patrocinio della Pro-loco, e dell’Amministrazione Comunale. La festa ha il duplice scopo di momento di incontro e di finanziamento delle due associazioni, in quanto gran parte dell’incasso verrà destinato alle attività sociali e organizzative degli scoutisti scandianesi e all’associazione culturale dei Cortili di Chiozza.

CASTELLARANO E I CICCIOLI

norcini

Non c’è due senza tre e a Castellarano ritorna la Sagra del Cicciolo. L’appuntamento è per domenica 17 novembre in piazza XX Luglio.

Il cicciolo è un alimento che per molte persone amanti della dieta è visto come l’acqua santa per il diavolo. In realtà il cicciolo ha delle caratteristiche uniche dal punto di vista alimentare. Era un alimento indispensabile nella vita contadina di un tempo. Oggi per avere energia si ricorre a integratori e pastiglie in passato invece si gustavano delle belle fette di ciccioli. Il “Sior Cicciolo”  è  in grado di dare una quantità di energia molto superiore alle “pastiglie” o ad altri ritrovati moderni perché ha il potere di 600 kilocalorie ogni 100 grammi ed è composto esclusivamente di grassi e proteine,  inoltre è ricchissimo di vitamine del gruppo B e di minerali come ferro, fosforo e calcio. Un alimento indispensabile e genuino per chi conduce una vita particolarmente impegnativa dal punto di vista fisico e anche mentale.

Alla terza edizione della  Sagra del cicciolo all’ombra della Rocchetta di Castellarano si sfideranno decine di norcini  (l’anno scorso erano ben 40) per cucinare il miglior cicciolo della zona ceramiche. I norcini si cimenteranno per tutta la giornata nella cottura dei ciccioli nei tradizionali paioli che verranno riscaldati utilizzando il gas o la legna a seconda della ricetta e della maestria di ognuno. In serata si svolgerà il concorso per il miglior cicciolo e i più gustosi saranno premiati dai giudici dell’Accademia Judices Salatii, associazione che tutela la produzione di salumi esaltando le caratteristiche della tradizione.

Per il pubblico e per i curiosi sarà una giornata di festa all’insegna delle tradizioni contadine di una volta, durante la quale sarà possibile gustare i ciccioli, pranzare all’interno della piazza di Castellarano e passeggiare tra le bancarelle del mercato contadino. Colonna sonora della sagra sarà la musica del gruppo dei Twin Peaksche verrà diffusa per tutta la piazza.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *