Sgominata gang delle tabaccherie dopo colpo a Quattro Castella
Un arresto, bottino recuperato a Milano

La banda delle tabaccherie ha ricevuto un duro colpo.  Grazie alle indagini congiunte dei Carabinieri Reggio Emilia, Como e  Monza-Brianza, una banda di ladri è stata intercettata a Carugate, provincia di Milano, appena rientrata “alla base” dopo un colpo messo a segno in una tabaccheria di Quattro Castella. I militari hanno recuperato l’intero bottino: migliaia di pacchetti di sigarette e centinaia di “gratta e vinci”  per un valore di oltre 10.000 euro. Catturato uno dei banditi, rumeni.

L’altra notte la banda ha saccheggiato un esercizio di Rubbianino, portando via l’ingente bottino, poi ha preso di mira la tabaccheria di via Saccani a Quattro Castella, ma questa volta fallendo il colpo.  Da qui la fuga finita a Carugate dove la gang, grazie anche all’allarme diramato dai Carabinieri reggiani ai 112 del Nord Italia, veniva intercettata. Uno dei malviventi, identificato in un cittadino rumeno 39enne, veniva bloccato e arrestato, mentre due complici si davano alla fuga. Uno è già stato identificato, ed è anche lui rumeno, l’altro è ancora ricercato. La refurtiva era ancora nell’auto usata per il raid, una Golf rubata nel bergamasco. Le registrazioni delle telecamere di sorveglianza hanno confermato la responsabilità della banda.

LADRI D’AUTO INSEGUITI E ARRESTATI DALL POLIZIA IN CITTA

Intorno alle 4,00 della notte scorsa una Volante della Polizia ha intercettato in viale Piave  Reggio un’Alfa Romeo e un motociclo Aprilia tipo Motard che, a brevissima distanza l’uno dall’altra, procedevano a forte velocità e i cui guidatori, alla vista della Polizia, svoltavano in via Makallé. Vista la pericolosità della manovra la pubblica cominciava l’insguimento.

Vedendosi braccati  i veicoli in fuga realizzavano una serie di manovre  pericoloseper sfuggire agli inseguitori. Mentre l’autovettura in fuga spegneva  le luci, il conducente del motociclo, raggiunto dalla Volante, zigzagava  ripetutamente  per impedire di essere affiancato o superato. Giunti all’intersezione tra via Regina Margherita e via Ramazzini i veicoli  si dividevano, l’auto  per via Regina Margherita, mentre la moto imboccava via Ramazzini.  Nella stretta e tortuosa via   la moto  riusciva a guadagnare distanza ma la via era senza uscita e sbarrata da un muro e il conducente, ormai braccato,  abbandonava il mezzo  e fuggiva facendo perdere le proprie tracce dopo aver scavalcato il muro.

Gli operatori della prima Volante,  recuperata la moto, potevano notare che il blocchetto di accensione della stessa era stato rimosso; di proprietà di un cittadino reggiano era stato portato via dal garage del proprietario che al controllo si presentava forzato e il blocchetto di accensione mancante era lì per terra.

Nel frattempo tutte le Volanti proseguivano senza interruzione nella ricerca dei fuggitivi. A circa mezz’ora  dai fatti, in circumvallazione veniva intercettata l’auto in fuga che veniva bloccata. All’interno tre uomini, il conducente e  due trasportati, uno dei quali perfettamente corrispondente al motociclista in fuga. Venivano accompagnati in Questura. Durante la perquisizione personale degli stessi e del veicolo, venivano rinvenuti numerosi strumenti atti allo scasso riconducibili ai danni da effrazione rilevati sulla basculante in metallo del garage violato, vari coltelli a serramanico abilmente occultati nella parte anteriore veicolo di pronta reperibilità. Nello specifico addosso al “motociclista” veniva rinvenuto anche un cavo elettrico artigianale finalizzato al rudimentale cablaggio della batteria della moto per l’accensione, bypassando così il regolare impianto elettrico del veicolo. Medesima tipologia di cavo veniva rinvenuta all’interno dell’auto.

El Moussaid Amin, 21enne nato in Italia, Kolgeci Liri 21enne kosovaro e Miloti Lucian  albanese 24enne venivano tratti in arresto per furto pluriaggravato in abitazione in concorso.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *