Portafogli bombardati:
in arrivo la seconda rata Tares. Si dovrà pagare col modello F24 / Mobbasta!

E’ in arrivo la stangata Tares, sotto forma di seconda rata, a Reggio Emilia.

Iren ha comunicato che sono in fase di spedizione ai contribuenti gli avvisi di pagamento della seconda rata TARES “emessi secondo il Regolamento approvato dal Comune di Reggio Emilia che ha deliberato, per l’anno 2013, di continuare ad avvalersi di Iren Emilia, in qualità di soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, per la riscossione del tributo comunale sui rifiuti e servizi”.

“Nella seconda rata TARES è calcolato l’importo dovuto per tutto l’anno 2013 con la deduzione di quanto già richiesto nella prima rata. E’ inoltre addebitata la maggiorazione prevista dalla normativa ed incassata per essere riversata allo Stato. A differenza di quanto previsto per la prima rata, per il pagamento della seconda rata dovrà essere utilizzato il modello F24, allegato all’avviso di pagamento, già precompilato con i dati anagrafici del contribuente”.

“Date le nuove modalità di pagamento, definite per legge, è importante sottolineare che non saranno più attive le domiciliazioni bancarie eventualmente attivate. Perciò chi avesse in passato utilizzato l’addebito automatico in conto corrente bancario dovrà tener conto che con questa emissione TARES il servizio non sarà più attivo. L’emissione degli avvisi di pagamento interessa i contribuenti del Comune di Reggio Emilia. Ulteriori approfondimenti sul tributo sono disponibile nello “Speciale TARES” pubblicato sul sito www.irenemilia.it“.

Info: Servizio Clienti Iren Emilia, numero verde 800.882277, dalle ore 8,00 alle 18,00 dal lunedì al venerdì e dalle 8,00 alle 13,00 nella giornata di sabato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *