Giro di matrimoni combinati Vietnam-Reggio: stroncato il business di un’asiatica

Avevano organizzato un giro di matrimoni combinati sull’asse Vietnam-Reggio Emilia. Una donna del Mekong si preoccupava delle esigenze delle proprie connazionali al punto da procacciare a pagamento compiacenti mariti italiani.

A scoprirlo i carabinieri della Stazione di San Martino in Rio, che a parziale conclusione delle indagini hanno operato le prime denunce. Con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina i militari hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un’incensurata cittadina vietnamita 45enne ed un uomo 35enne, entrambi residenti in provincia di Reggio Emilia.

Secondo le risultanze investigative la donna sarebbe l’intermediaria della combine: avrebbe cercato e trovato nel 35enne compiacente il marito di una ragazza vietnamita che cercava un italiano da sposare. Pattuito il compenso in 5mila euro, l’uomo alla fine della scorsa estate si è recato in Vietnam dove ha sposato la donna per poi portarla in Italia e quindi regolarizzarla con il permesso di soggiorno.

La vicenda potrebbe essere la punta di un iceberg di un giro molto più vasto, che i carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia vogliono ora approfondire attraverso mirati accertamenti su matrimoni “sospetti” che potrebbero essere stati organizzati dall’odierna indagata per regolarizzare cittadini extracomunitarie favorendo di conseguenza l’immigrazione clandestina grazie ai mariti suoi clienti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *