Cinque cagnolini murati vivi a Rubiera salvati da vigile del fuoco

20131104_121557

Cinque cagnolini sono stati abbandonati al loro destino in un casolare di Sant’Agata di Rubiera. L’edificio ha porte e finestre murate: c’è solo un’apertura di meno di un metro nel muro che i cuccioli, troppo piccoli, non potevano raggiungere. A salvarli da morte certa è stato Alessandro Turci, caposervizio dei vigili del fuoco di Modena, ma residente nel reggiano: ieri pomeriggio ha sentito il guaito disperato dei cuccioli, passando nei pressi del casolare. L’unica apertura, un buco stretto nel muro, impediva di passare.

Turci ha così chiamato i colleghi di Reggio Emilia, che a loro volta hanno allertato il 118. La richiesta di aiuto è arrivata al canile intercomunale di Scandiano, e rapidamente sul posto sono arrivati alcuni volontari da Arceto. Questi, mentre stava già calando il buio, in breve tempo sono riusciti a liberare i cagnolini. Non è chiaro se qualcuno li ha abbandonati volutamente, oppure se la madre li ha partorito nella casa disabitata e poli si è allontanata.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *