“Né nude né mute”, a Miss Italia magliette anti-Boldrini
E la reggiana Sara Cavagnari è promossa bellezza mondiale

La modella reggiana vola alla finalissima in Giappone

sara cavagnari miss

Cesenatico: la reggiana Sara Cavagnari ha vinto il titolo di Miss Internation Italy. La 25enne modella volerà in dicembre a Tokio a rappresentare l’Italia alla finale mondiale (tra 120 bellezze in gara).

***

La presidente della Camera si era detta soddisfatta dell’esclusione del concorso dai palinsesti Rai.
La Mirigliani: «Noi siamo per la libertà delle donne»

boldrini due

Si accendono i riflettori su Miss Italia ed è subito polemica. Alla prima foto ufficiale delle 187 concorrenti, parte di esse indossavano una maglietta inequivocabile: «Né nude né mute». Il destinatario del messaggio è il presidente della Camera Laura Boldrini, che qualche tempo fa si era rallegrata per l’esclusione di Miss Italia dal palinsesto Rai, pronunciando parole infuocate contro lo storico concorso di bellezza: «Spero che le ragazze italiane per farsi apprezzare possano avere altre possibilità che non quella di sfilare con un numero – aveva detto la Boldrini -. Le ragazze italiane hanno altri talenti».

Se il numero sul petto delle concorrenti è davvero sparito nella 74° edizione di Miss Italia, in svolgimento a Jesolo, Patrizia Mirigliani ha dunque voluto rispondere a modo proprio, come avrebbe fatto probabilmente Enzo (Mirigliani, ndr) alla terza carica dello Stato. Con la pacatezza che la contraddistingue da sempre, la patron del concorso spiega che le magliette «vogliono essere una manifestazione di disagio espresso dalle ragazze del concorso, e dal concorso stesso, a favore della libertà delle donne».

Il sindaco Valerio Zoggia, dal canto suo, ribadisce l’ottima intesa con la Miren, precisando che lo slittamento della finale è stato causato “solo” dal ritardato accordo con La7. (Corriere.it)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *