Bella vita Gang del 10 e lotto: maxi sequestro a calabrese di Montecchio. Reddito da povero, ma aveva il Porsche. Mo’ toh!

L’incubo di Lottomatica aveva un copyright reggiano. La guardia di Finanza di Modena ha sequestrato beni per 210.000 euro  a un calabrese residente a Montecchio, considerato  la mente dell’organizzazione 10 e Lotto. In febbraio erano state arrestate 4 persone: fingendosi manutentori della Lottomatica simulavano prove tecniche in alcune tabaccherie e facevano scommesse al 10 e lotto utilizzando le credenziali di accesso del gestore, poi riscuotevano le somme dei tagliandi vincenti. A loro erano stati sequestrati beni per 130.000 euro.

Il calabrese di Montecchio, pur dichiarando redditi per poche migliaia di euro, oltre ad avere numerosi precedenti penali per truffe, possedeva auto di lusso e immobili. L’esecuzione del provvedimento – la misura patrimoniale di prevenzione prevista dal Nuovo codice antimafia, una delle prime applicazioni in Emilia – ha portato al sequestro di un immobile, due box auto e due auto, una Porsche 996 e una VW Golf. Il precedente sequestro aveva riguardato un’Audi A5, un’abitazione di lusso a Orosei (Nuoro) e un conto corrente bancario per un totale di circa 130.000 euro, somma equivalente al profitto derivante dalle truffe. L’organizzazione aveva colpito in ricevitorie di Monteviale (Vicenza), Riccione  e San Polo d’Enza.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *