Shopping oleodinamico, acquisito il colosso IMM
E vai, Montipò al galoppo: Interpump compra la quarta azienda

Fulvio Montipò Presidente e ad di InterpumpSant’Ilario d’Enza – Il gruppo Interpump ha annunciato venerdì la firma di un contratto preliminare per l’acquisizione del 60% del Gruppo IMM, con sede ad Atessa (Chieti) e attivo nella produzione di tubi e raccordi oleodinamici, tramite la controllata Interpump Hydraulics. Il Gruppo IMM ha una società controllata produttiva in Romania e controllate distributive in Gran Bretagna, Francia, Germania e Sud Africa.

Le previsioni del 2013 sono: un fatturato di 62 milioni di euro, un EBITDA di 8 milioni di euro ed un indebitamento finanziario netto dal 31 dicembre 2013 di 27,5 milioni di euro. Il prezzo è stato calcolato in 10,3 milioni di euro. Il 70% del prezzo sarà pagato, al closing, previsto entro la fine dell’anno, tramite cessione di n. 276.000 azioni quotate di Interpump Group S.p.A. e tramite il pagamento di Euro 5,4 milioni in denaro. L’ing. Candeloro, fondatore del Gruppo e attuale proprietario, avrà diritto di vendere il residuo 40% a partire dalla data di approvazione del bilancio 2017.

L’attività del Gruppo IMM è fortemente complementare con le attività del Settore Olio di Interpump Group. Infatti Interpump Hydraulics, società controllata al 100% da Interpump Group S.p.A, leader mondiale nelle prese di forza per veicoli industriali, con le recenti acquisizioni di Hydrocontrol, Galtech e MTC, aveva ampliato la sua gamma di prodotti entrando nel segmento delle valvole e dei distributori. Con l’acquisizione di IMM Interpump Hydraulics amplia ulteriormente la sua gamma di prodotti nell’Oleodinamica. L’operazione consentirà importanti sinergie distributive, in quanto IMM potrà utilizzare il network distributivo del Gruppo presente in tutto il mondo, mentre la clientela di IMM è attualmente concentrata in Europa.

“Oggi – ha commentato il Presidente  Fulvio Montipò – attraverso l’acquisizione del Gruppo IMM, Interpump amplia la propria gamma di prodotti con un prodotto fondamentale e rafforza le potenzialità di sinergie distributive sui mercati mondiali”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *